Nicola Zaccheo nominato presidente dell’Ente nazionale per l’aviazione civile (ENAC). E’ pugliese

La Commissione Trasporti della Camera ha dato quest’oggi parere favorevole alla nomina del Governo per Nicola Zaccheo a presidente dell’Ente nazionale per l’aviazione civile (ENAC). 

L’ENAC, che agisce come autorità unica di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo nel settore dell’aviazione civile in Italia nel rispetto dei poteri derivanti dal Codice della Navigazione, garantisce la sicurezza del volo e dei passeggeri trasportati sia durante le operazioni aeronautiche sia a terra in ambito aeroportuale. La sicurezza è intesa nella duplice accezione di safety, quale forma di tutela dell’incolumità delle persone coinvolte nelle operazioni aeronautiche, che di security, quale forma di prevenzione e di neutralizzazione di atti di interferenza illecita che possono essere messi in atto nei confronti del sistema di aviazione civile (in aeroporto e a bordo degli aeromobili).

Nella sua audizione in Commissione Trasporti, Zaccheo ha illustrato le azioni che intende mettere in atto per il rilancio dell’Ente, dalla necessità di un cambio generazionale (l’età media è pari a 56 anni) alla sofferenza in termini di risorse umane. Il neo-Presidente, poi, ha preso l’impegno di realizzare un registro degli aiuti nazionali alle compagnie aeree: un elenco che dovrebbe indicare anche i contributi di carattere europeo e quelli derivanti da accordi di co-marketing. Un argomento su cui si è discusso molto negli ultimi anni, soprattutto in Puglia dove si sono aperte anche inchieste della Guardia di Finanza. Infine, il rafforzamento della tutela dei diritti dei passeggeri. Le compagnie aeree – ha detto Zaccheo – saranno chiamate a garantire ai passeggeri i servizi minimi con l’acquisto del biglietto.

Nicola Zaccheo, come si legge in un suo recente curriculum on line, si è laureato in Fisica all’Università di Bari con un Mba all’University of California: “Comincia la sua attività giovanissimo: da ricercatore associato all’Istituto nazionale di Fisica nucleare (Infn) a ricercatore presso la California Institute of Technology/ Laboratori Nazionali del Gran Sasso e poi project e general manager di diverse aziende nel campo dell’aerospazio. Oggi è l’amministratore delegato di Sitael S.p.A., l’unica azienda italiana coinvolta nel progetto di esplorazione del pianeta Marte della Nasa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.